Oliver Sacks parla della sindrome di Charles Bonnet

Di Oliver Sacks abbiamo già avuto occasione di parlare in questa nostra sezione video. Egli è un ultrasettantenne neurologo inglese che vive negli Stati Uniti, noto al grande pubblico come autore di bestseller in cui sono raccolti diversi casi di persone con disturbi neurologici. Per la sua instancabile  opera divulgativa che si dispiega in mezzo secolo,

Quando serve lo psicologo?

Un primo contatto con uno psicologo può corrispondere a una ricerca di migliore conoscenza di sé, con l’obiettivo di raggiungere un maggior benessere psicofisico personale, di rendere più interessante l’esperienza della propria vita e di migliorare la qualità della vita propria e dei propri familiari. Può essere utile consultarlo anche in occasione di passaggi critici (e allo stesso

La bellezza dei numeri

La matematica è la bestia nera di molti studenti, e non sono pochi gli adulti che ricordando le proprie esperienze passate si esprimono al riguardo con frasi quasi scaramantiche che esprimono un desiderio di evitamento. E che la matematica abbia a che fare con il pensiero astratto è universalmente riconosciuto, eppure a tutt’oggi non è

Psicologo (di Base) e Medico di Base: un’integrazione possibile e necessaria.

di Immacolata Patrone Il Prof. Luigi Solano, docente di Psicosomatica presso l’Università La Sapienza di Roma, sta conducendo da dieci anni, con i suoi collaboratori della Scuola di Specializzazione in Psicologia della Salute, un’interessante sperimentazione, a nostra conoscenza unica nel suo genere, di un’attività di collaborazione professionale tra Medico di Base e Psicologo. L’incontro tra

La rete di protezione: Abruzzo, due anni dopo

A maggio 2009, come molti altri miei colleghi, ho operato in qualità di psicologa dell’emergenza in Abruzzo nei campi allestiti nel post-terremoto. Sono trascorsi due anni da quel 6 aprile che ha sconvolto l’idrogeologia del territorio, i secolari insediamenti umani e le relazioni di una comunità, e se molto è stato fatto, molto resta ancora